Non solo Google, ecco quali sono i motori di ricerca alternativi più usati

Foto dell'autore

By wpspaceblog

Senza dubbio Google è la piattaforma che domina il mercato dei motori di ricerca, ma in realtà esistono molte altre alternative valide che offrono funzionalità davvero interessanti, maggiore privacy e diversità nei risultati di ricerca. Sicuramente conoscere alcuni di questi motori di ricerca alternativi può aiutare ad arricchire la nostra esperienza online, soddisfare esigenze specifiche e soprattutto proteggere la nostra privacy. Ecco una piccola panoramica dei principali motori di ricerca alternativi più usati del momento.

1. Startpage

Al primo posto abbiamo Startpage, che funziona esattamente come Google ma senza monitoraggio. Questa piattaforma combina i risultati di ricerca di Google con un forte impegno per la privacy. Non memorizza i dati personali, non traccia le ricerche degli utenti e offre ricerche anonime, garantendoci un’attività online privata.

Questo motore di ricerca alternativo ha sede nei Paesi Bassi ed è una scelta eccellente per chi desidera la qualità dei risultati di Google senza compromettere la propria privacy. Tutte le informazioni di identificazione sono coperte, incluso il nostro indirizzo IP. Inoltre, non vengono utilizzati cookie di tracciamento.

Startpage rispetta anche il GDPR, ovvero il regolamento dell’Unione Europea che protegge i dati degli utenti. Tuttavia, è giusto sapere che il Paese fa parte della Nine Eyes Intelligente Alliance, che condivide i dati di sorveglianza di massa con otto Paesi.

2. Brave Search

Il motore di ricerca Brave Search si focalizza su risultati non filtrati che acquisisce stesso dal suo indice. I risultati di ricerca sono abbastanza simili a quelli di Google, a patto che acconsentiamo a ricevere risultati locali anonimi.

Inoltre, per una maggiore privacy, possiamo anche eseguire ricerche manuali e proprio come quasi tutti i motori di ricerca alternativi, non c’è profilazione dell’utente né annunci personalizzati o mirati.

Questo motore di ricerca fa parte di Brave Software, i cui co-fondatori includono Brendan Eich (creatore di JavaScript e co-fondatore del browser Mozilla Firefox) e Brian Bondy (ex senior platform engineer di Mozilla).

3. Swisscows

Proseguiamo con Swisscows, il motore di ricerca con sede in Svizzera che dispone di un proprio indice per le query in lingua tedesca. Per tutte le altre lingue invece, i risultati vengono estratti da Bing. Non è un problema, dato che tutte le query di ricerca sono private degli identificatori personali.

Inoltre, questo motore di ricerca omette l’uso dei cookie di tracciamento e del targeting geografico. I risultati di ricerca di Swisscows non sono alla pari di quelli di Google, ma questa piattaforma è adatta alle famiglie perché filtra automaticamente i risultati di ricerca violenti e pornografici attraverso una funzione attivata di default.

Infine, per quanto riguarda la questione privacy, la Svizzera non fa parte di un’alleanza relativa all’intelligence, ma ha comunque un rapporto chiamato di Mutual Legal Assistance Treaty con gli Stati Uniti.

4. OneSearch

Infine, abbiamo OneSearch, il motore di ricerca orientato alla privacy con risultati di ricerca estratti da Bing. Questa piattaforma è di proprietà della società madre di Yahoo, Verizon Media.

Con OneSearch i cookie non vengono memorizzati e i dati personali identificabili non vengono condivisi con gli inserzionisti. Si tratta di un motore di ricerca abbastanza sicuro. Va però detto che OneSearch ti profila based in base alle parole di ricerca e alla tua posizione imprecisa ogni volta che cerchi qualcosa. In ogni caso, non esiste una profilazione personale o un retargeting.

OneSearch presenta anche degli elementi aggiuntivi molto interessanti come la funziona SafeSearch, la possibilità di impostare una posizione più specifica e le “Opzioni di Privacy Avanzate”.

Concludendo, Google è indubbiamente la piattaforma che domina il mercato dei motori di ricerca, ma come abbiamo potuto vedere, esistono tante altre alternative che offrono esperienze uniche e funzionalità molto interessanti. I motori di ricerca alternativi meritano di essere presi in considerazione.

Lascia un commento